Aggiornata da Coldiretti la lista, o meglio la blacklist, dei cibi più a rischio messi in commercio in Italia e nel resto d’Europa. Scopri quali, grazie ad un veloce video realizzato dalla rivista Donna Moderna...

La classifica

  1. pesce spada e tonno importati dalla Spagna e inquinati da metalli pesanti, cadmio e mercurio
  2. cibi dietetici e integratori provenienti dagli Usa, con ingredienti e novel food vietati in Europa e ammessi invece dalla legislazione americana
  3. arachidi cinesi contaminate da aflatossine
  4. peperoni arrivati dalla Turchia, con tracce di pesticidi oltre i limiti tollerati
  5. pistacchi iraniani, fuori norma per la presenza di aflatossine
  6. fichi secchi turchi, fuori norma per la presenza di aflatossine
  7. carni di pollo provenienti dalla Polonia, oggetto di allarme per contaminazioni microbiologiche (Salmonella)
  8. le nocciole turche, con aflatossine in eccesso
  9. arachidi statunitensi, con aflatossine in eccesso
  10. pistacchi importati dalla Turchia, con aflatossine in eccesso

Due aspetti positivi

  1. Il sistema dei controlli, Sistema di allerta rapido europeo (Rasff), sembra funzionare, con quali 3000 notifiche in un anno
  2. L'Italia esce dall'analisi con l'agricoltura italiana al vertice della sicurezza mondiale

Fonte: Donna Moderna

Rimani in contatto con noi: iscriviti alla nostra newsletter

Condividi

Gli spazi di Feeling Bio

Spazi dedicati al nostro blog, a temi economici e all'agricoltura biologica. Tanti articoli di approfondimento da non perdere

Gli articoli del Blog di Feeling Bio
Gli articoli di economia di Feeling Bio
Gli articoli di agricoltura biologica di Feeling Bio

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere contenuti esclusivi

Su questo sito utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per migliorare i servizi offerti da questo sito e per ottimizzare l'esperienza dell'utente.
Proseguendo la navigazione senza modificare le impostazioni del browser, accetti di ricevere tutti i cookie del sito web Feeling Bio. Scopri di più.
Accetto